Introduzione al commento di un testo poetico: le parole di “Dormi”

Dormi

(Valerio Scanu, Rosario Canale, Rory L. Di Benedetto)

 

Dormi, vivi nei tuoi sogni;
prova ad afferrarli…
e mi avvicino per sentire
il grido del tuo cuore.

Dormi: io fermo a guardarti;
vorrei incontrarti
in ogni battito, ogni parola, ogni tuo respiro…

E dormi: non puoi trovarmi,
ma sto provando a graffiare le paure,
tutti i tuoi tormenti.

Tu dormi
senza parole,
con gli occhi bassi,
i denti stretti
e lacrime amare.

Dormi
sui miei respiri,
dentro ai miei occhi,
i miei pensieri.

E dormi
senza vestiti,
senza più armi,
che possano farmi male, farmi andare

E dormi: ma è bello guardarti
sulle mie spalle,
sotto le stelle,
sulla mia pelle.

E sogni
senza curare,
con gli occhi bassi
i denti stretti
e lividi nel cuore

Dormi
senza parole,
io solo ad amarti
con gli occhi bassi
e lacrime amare

E non posso svegliarti da qui –
quel dolore che non va più via,
che compone e scompone le idee
senza farmi più male…

Dormi,
ma è bello guardarti
sulle mie spalle,
sotto le stelle,
sulla mia pelle.

Published in: on October 5, 2014 at 12:11 pm  Leave a Comment  

The URI to TrackBack this entry is: https://alumniterribiles.wordpress.com/2014/10/05/introduzione-al-commento-di-un-testo-poetico-le-parole-di-dormi/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: